SPECULUM VERITATIS

Gli esperti dicono che i mali sociali dell’800 furono l’isteria e il masochismo.

Il male iniziato nel Novecento sarebbe, invece, il narcisismo. Ed è vero, accidenti.

Dovunque ti volti puoi trovare queste personalità accentratrici, che generalmente amano affiancarsi ad una Eco che possa ripetere quello che dicono, proprio come nel mito di Narciso.

Non si capisce per quale motivo sono superiori a tutti gli altri: non hanno fatto niente non sanno fare niente non hanno niente di più. Eppure la loro convinzione intima e profonda è che sono i migliori: the best in the world.

Nessuno riesce a scalfire questa loro  corazza, una corteccia fatta di convinzione e di un amor proprio che li fa vivere chiusi chiusi dentro il loro specchio, incapaci di apprezzare qualsiasi cosa.

Navigano in un acquario, convinti che sia il mare.

Mostrano un atteggiamento o rabbioso o schifato: non camminano, levitano.

La tua presenza lì infastidisce, perché è insulsa. Ti guardano, ti leggono, e poi dicono: “Tzé, scontata!”. E fallo tu, lo scontato che faccio io. Dille tu, le cose scontate che dico io.

Oppure tanti colleghi che hanno i miei stessi Trenta e lode sul libretto, però i loro valgono più dei miei! Da dove gli deriva questa convinzione?

È che gli specchi sono falsi e bugiardi: riflettono ciò che pensi, e tu di te pensi tutto il bene possibile, e tutto il male del resto del mondo. Ti vedi bellissimo, grandissimo, intelligentissimo.

Cammini, fai lezione, stai in famiglia, vai in bagno… sempre con quello specchio in mano, non puoi lasciarlo mai, se lo lasci sei fregato.

Un giorno ti cadrà, dalla mano anchilosata che lo ha tenuto stretto per così tanti anni.

E allora ti vedrai a pezzetti.

Ognuno di essi ti dirà qualcosa di te che non sapevi.

E l’immagine globale che tenterai di ricostruire nella tua testa unendo tutti quei pezzetti sarà la stessa del Ritratto scoperto in soffitta.

E sarà tardi.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.